Colpi di calore

I "colpi di calore" sono quel simpatico effetto collaterale della menopausa indotta farmacologicamente che tante di noi sperimentano: io in particolare li ho vinti violentissimi, parecchie volte al giorno. Nel momento più intenso, ad agosto, ne avevo uno ogni 95 minuti. si, avete letto bene, 95 minuti, cioè 1 ora e un quarto tra un attacco e l'altro. Finchè l'estate è durata spesso mi illudevo che fosse l'afa a farmi ribollire, ma ora, a gennaio, col gelo che attanaglia il paese, mi ritrovo ad aprire il cappotto di colpo, a strapparmi la sciarpa dal collo, proprio io che son sempre stata freddolosa freddolosa.
Vedo le donne di una certa età, ormai anziane, che ancora hanno di questi attacchi di tanto in tanto, ma ne ridono strizzandomi l'occhio "è la gioventù" mi dicono… per loro è una cosa naturale, un passaggio tra due età che tutte mettono in conto. Per me è invece una forzatura, una violenza su un corpo ancora giovane, che mi mette in situazioni di imbarazzo quando lavoro, prendo un mezzo pubblico (trovarsi in piedi in un autobus surriscaldato e sovraffollato, con la voglia si strapparsi di dosso i vestiti è un'esperienza da provare), vado a teatro o ad una cena.
Di notte mi sveglio ancora almeno due volte completamente fradicia, scaccio le coperte lontano e poi le riprendo quando mi raffreddo, improvvisamente gelata. Rimedi? solo integratori alimentari, soia e acqua, tanta acqua. Aspettando che passi…

11 pensieri su “Colpi di calore

  1. Preparati a soffrire ancora, anche io come te i primi tempi avevo le caldane anche d'inverno, tipo dentro al super improvvisamente mi toglievo piumino e maglione, poi, passato il tutto, mi rivestivo in fretta perchè avevo freddo. adesso. dopo 7 anni, soffro un po' meno, almeno d'inverno riesco a vivere quasi tranqillamente, ma da marzo in poi è una tragedia

  2. Ho trovato tre sole cose davvero efficaci per sopportare meglio le vampate:
    1. le magliette supertraspiranti al posto della giacca del pigiama, per evitare di dovermi alzare due o tre volte per notte inzuppata di sudore 
    2. qualcosa di freddo appoggiato sulla nuca
    3. tanta, tanta pazienza

    All'inizio mi sembrava che l'integrazione di soia avesse qualche effetto, sono andata aventi un anno e mezzo, poi ho visto che prenderla o no non faceva nessuna differenza;, la frequenza e intensità delle vampate per me sembrano legate solo alla stagione (un po' meno in inverno, di più in estate) e all'alimentazione (va decisamente peggio se mangio pesante).

    Insomma… sei in buona compagnia. E se trovi qualcosa che funziona davvero, faccelo sapere!

  3. oddio. nn so se sono masochista ma continuo a leggerti xkè x me tu sei il futuro. a questo nn ci avevo pensato….oddio le vampate, noooooo.
    vabbè prendiamo quello che dobbiamo prendere, l'importante è esserci, tutto il resto è un dettaglio

  4. utente anonimo

    Da oltre sette anni convivo con le scalmane. Due palle che non ti dico, ma lo sai già di cosa parlo. Considerato che dovrò assumere Femara praticamente a vita  avrò scalmante praticamente a vita. Certo sono meno frequenti dell'inizio e anche meno forti ma non sempre. E comunque almeno una decina/quindicina al giorno le ho.
    Le soluzioni, o meglio i tentativi di ridurle sono quelli che già avete indicato, cioè poche e molto parziali, ahinoi.
    Nel frattempo, aspetto di avere una bella scalmanona per andare in garage (non riscaldato) per andare a stendere il bucato 🙂

    Ciao a tutte!

    http://blog.libero.it/Amazzoneperforza/view.php?reset=1&id=Amazzoneperforza

  5. Io, che sono andata in menopausa piuttosto giovane (a 27 anni), ho smesso di avere le vampate quando la mia ginecologa ha deciso di farmi prendere la pillola anticonvezionale…non se sia una coincidenza o una cosa scientifica però.
    ciao
    Vale

  6. …e mi ritrovo a leggerti dopo 4 anni dalla pubblicazione di questo post…
    Ora che pure io sto vivendo questa “esperienza”,
    ora che pure io capisco il disagio di avere le scalmane,
    ora che pure io mi sento tanto, troppo giovane per tutto questo…
    E’ durissima… ma finirà anche la menopausa indotta!
    Vale

    1. daniela

      Tu sei giovanissima e quando finirai le cure tornerai quella di prima. Io sono tornata “indietro” solo per pochi mesi, poi terminata la menopausa indotta è subentrata quella naturale che avrei avuto circa alla stessa età, dicono!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...